Nobody knows

Vorresti parlare e urlare a squarciagola le tue vere sensazioni e lasciare fluire fuori di te la lava incandescente dei tuoi sentimenti nascosti. Sai però che non lo farai mai, perché la custodia di ciò che ti pare più sacro è per te quasi una missione di vita. Lo sai perché è sempre stato così e nel tempo hai imparato a rispettare te stesso e le parti di te che più sanno farti soffrire.
Chi ti affronta e ti conosce ti teme per questo e tu non fai nulla per renderlo più tranquillo. Come il leone che disteso comanda con un sol colpo di coda o come il serpente che freddo colpisce una sola volta ma per sempre, anche tu ti bei di mille segreti, che soli rispecchiano il tuo ego foss’anche ferito.
Sai bene però che il prezzo del mistero comporta una goccia di dolore quotidiano più potente di Giove e più forte di Ercole e che il male che ti crea non potrà che spezzarti il cuore chiuso nella difesa del suo forziere d’oro.

Nobody knows the secrets of your heart, neither you do.

One thought on “Nobody knows

  1. Pingback: Gianluca Busato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *